(Tieni premuto il tasto sinistro del mouse per scorrere la foto)

Sui ruderi dell’antica chiesa normanna, venne edificata neI 1776 questa chiesetta semplice e silenziosa, esattamente sullo scoglio da cui, la leggenda vuole che S. Vito giovinetto si sia imbarcato alla volta di Roma, per affrontarvi il martirio e la morte.

Ispiratore dell’opera sembra sia stato un certo Giovanni Grifeo, capostipite dei Graffeo, patrizi di Mazara, compagno inoltre del Conte Ruggero. Da secoli il mare viene a lambire la bianca spiaggia che vide il susseguirsi di tante vicende e conquiste nella storia della Sicilia. Il tempo corrode i muri e scalfisce le pitture, ma la bellezza e l’incanto del luogo rimangono inalterati nella visione di un paesaggio magico fatto di campanili, di vigneti lontani, di guglie e di onde che da sempre vengono a riportare i misteri degli abissi e gli echi del passato.

  • sanvito1
  • sanvito2
  • sanvito3

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Change Language

Italian English French German Spanish

Prossimi Eventi

Nessun evento